Literary reviews: Roberto Amato

Roberto Amato e l’improvvisazione perfetta Marianna Comitangelo Piacque molto a Cesare Garboli il libro d’esordio di Roberto Amato, vincitore del premio Viareggio 2003 con Le cucine celesti. Ma il primo a svelare le doti di questo scrittore così eccentrico fu Manlio Cancogni, che in una nota a L’acqua alta (2011) lo definì «il poeta più…Read more Literary reviews: Roberto Amato

From Le cucine celesti: La Parvula by Roberto Amato

La Parvula Roberto Amato . L’aria è splendente.   Scende dal mare sulle ali distese del gabbiano reale plana mia madre, sfiora e spazza il suo tetto. Annuncia con una voce d’oro qualcosa di celeste a tutti questi morti.   E li scompiglia, si mettono a girare per le stanze del pianterreno e salgono la…Read more From Le cucine celesti: La Parvula by Roberto Amato

Flavia Piccinni interviews Roberto Amato

  INTERVISTA DI FLAVIA PICCINNI A ROBERTO AMATO Quali sono le città separate? Io credo che le cose, tutte le cose, possano esistere solo attraverso “la separazione”, che certo è un atto doloroso. Ma è così che si forma la realtà. I protagonisti di questo libro invece immaginano una sola infinita città indivisibile che possa…Read more Flavia Piccinni interviews Roberto Amato

Pigeons and mysticism. Two rare poems by Roberto Amato by Andrea Cirolla

  Piccioni e misticismo. Due poesie rare di Roberto Amato di Andrea Cirolla Nel 2003, a cinquant’anni suonati, Roberto Amato vinse il premio Viareggio-Répaci per la poesia. Fu con Le cucine celesti, edito da Diabasis di Reggio Emilia, per cui uscì tre anni dopo anche L’agenzia di viaggi, finalista al premio Baghetta con Patrizia Cavalli e Valentino Ronchi…Read more Pigeons and mysticism. Two rare poems by Roberto Amato by Andrea Cirolla

A Nelo/For Nelo by Roberto Amato

  A Nelo Roberto Amato   Che strano questa fortificazione che galleggia sulle paludi della Marca Avilana. L’acqua che la sorregge è un fossile. Un bitume pieno di pesci vuoti sorpresi dall’addensarsi delle Ere. Questo castello è come un alveare, ma che si irraggia verso l’interno: stanze sempre più piccole e concentriche. Lì, lontanissima da…Read more A Nelo/For Nelo by Roberto Amato

Tutto quello che la poesia ha il diritto di dire/Everything poetry has the right to say by Roberto Amato

  Tutto quello che la poesia ha il diritto di dire   Roberto Amato Lui zoppicava leggermente, ma voleva accompagnarmi nel dedalo di strade intorno a Piazza di Spagna. Forse aveva paura che mi perdessi, o aveva voglia di camminare. Diceva Edith: “è diventato così fragile… e se cade si incrina…”. Elegantissimo, levigato dagli anni…Read more Tutto quello che la poesia ha il diritto di dire/Everything poetry has the right to say by Roberto Amato