Grazia Deledda: Il cinghialetto/ The little wild boar

  IL CINGHIALETTO Grazie Deledda   Appena aperti gli occhi alla luce del giorno, il cinghialetto vide i tre più bei colori del mondo:  il verde, il bianco, il rosso, sullo sfondo azzurro del cielo, del mare e dei monti lontani. In mezzo al verde delle querce le cime dei monti vicini apparivano candide come…Read more Grazia Deledda: Il cinghialetto/ The little wild boar

Grazia Deledda: Ecce homo

  Ecce homo Grazia Deledda Eravamo entrati in una pasticceria all’angolo fra una grande strada e un vicolo poco frequentato, e il conoscente col quale mi trovavo per caso in compagnia, sceglieva alcune paste da portare ai suoi bambini. Il pacchetto roseo era pronto, e l’uomo aveva già pagato, quando il cameriere balzò di scatto…Read more Grazia Deledda: Ecce homo

Grazia Deledda: Il velo azzurro/ The azure veil

  IL VELO AZZURRO Grazia Deledda Ogni volta che, come in questo momento, mi trovo davanti al mare azzurro, increspato come un velo dal vento di ponente, ricordo le mie prime soddisfazioni di scrittrice e di donna. Avevo tredici anni: avevo già scritto un libro, cosa facile a quell’età; avevo già trovato l’editore, — cosa…Read more Grazia Deledda: Il velo azzurro/ The azure veil

Grazia Deledda, two poems: “Spring” and “We are Sardinians”

  La primavera . Grazia Deledda . L'inverno aveva rinfrescato anche il colore delle rocce. Dai monti scendevano, vene d'argento, mille rivoletti silenziosi, scintillanti tra il verde vivido dell'erba. Il torrente sussultava in fondo alla valle tra i peschi e i mandorli fioriti, e tutto era puro, giovane, fresco, sotto la luce argentea del cielo.…Read more Grazia Deledda, two poems: “Spring” and “We are Sardinians”

Imitation of joy by Salvatore Quasimodo

Imitazione della gioia   Salvatore Quasimodo   Dove gli alberi ancora abbandonata più fanno la sera, come indolente è svanito l’ultimo tuo passo che appare appena il fiore sui tigli e insiste alla sua sorte. Una ragione cerchi agli affetti, provi il silenzio nella tua vita. Altra ventura a me rivela il tempo specchiato. Addolora…Read more Imitation of joy by Salvatore Quasimodo

In the evening, a geranium by Luigi Pirandello

  Di sera, un geranio di Luigi Pirandello S'è liberato nel sonno, non sa come; forse come quando s'affonda nell'acqua, che si ha la sensazione che poi il corpo riverrà sú da sé, e sú invece riviene solamente la sensazione, ombra galleggiante del corpo rimasto giú. Dormiva, e non è piú nel suo corpo; non…Read more In the evening, a geranium by Luigi Pirandello

Dora Markus by Eugenio Montale

  Dora Markus Eugenio Montale I Fu dove il ponte di legno mette a Porto Corsini sul mare alto e rari uomini, quasi immoti, affondano o salpano le reti. Con un segno della mano additavi all'altra sponda invisibile la tua patria vera. Poi seguimmo il canale fino alla darsena della città, lucida di fuliggine, nella…Read more Dora Markus by Eugenio Montale

Man of my time by Salvatore Quasimodo

Uomo del mio tempo Salvatore Quasimodo Sei ancora quello della pietra e della fionda, uomo del mio tempo. Eri nella carlinga, con le ali maligne, le meridiane di morte, t’ho visto – dentro il carro di fuoco, alle forche, alle ruote di tortura. T’ho visto: eri tu, con la tua scienza esatta persuasa allo sterminio,…Read more Man of my time by Salvatore Quasimodo

Forse un mattino…/One morning perhaps as I move in an air of glass by Eugenio Montale

  Forse un mattino andando in un'aria di vetro Eugenio Montale . Forse un mattino andando in un'aria di vetro, arida, rivolgendomi, vedrò compirsi il miracolo: il nulla alle mie spalle, il vuoto dietro di me, con un terrore di ubriaco. Poi come s'uno schermo, s'accamperanno di gitto alberi case colli per l'inganno consueto. Ma…Read more Forse un mattino…/One morning perhaps as I move in an air of glass by Eugenio Montale

Il dono di Natale/The Christmas gift by Grazia Deledda

IL DONO DI NATALE Di Grazia Deledda I cinque fratelli Lobina, tutti pastori, tornavano dai loro ovili, per passare la notte di Natale in famiglia. Era una festa eccezionale, per loro, quell'anno, perché si fidanzava la loro unica sorella, con un giovane molto ricco. Come si usa dunque in Sardegna, il fidanzato doveva mandare un…Read more Il dono di Natale/The Christmas gift by Grazia Deledda

Natale/Christmas by Salvatore Quasimodo

  Natale   Di Salvatore Quasimodo Natale. Guardo il presepe scolpito, dove sono i pastori appena giunti alla povera stalla di Betlemme. Anche i Re Magi nelle lunghe vesti salutano il potente Re del mondo. Pace nella finzione e nel silenzio delle figure di legno: ecco i vecchi del villaggio e la stella che risplende,…Read more Natale/Christmas by Salvatore Quasimodo

La bufera/The storm by Eugenio Montale

La Bufera Di Eugenio Montale Les princes n'ont point d'yeux pour voir grand's merveilles, leurs mains ne servent plus qu'à nous persécuter.... Agrippa d'Aubigné, A Dieu . La bufera che sgronda sulle foglie dure della magnolia i lunghi tuoni marzolini e la grandine, . (i suoni di cristallo nel tuo nido notturno ti sorprendono, dell'oro…Read more La bufera/The storm by Eugenio Montale

Autunno/Autumn by Salvatore Quasimodo

AUTUNNO Di Salvatore Quasimodo   Autunno mansueto, io mi posseggo e piego alle tue acque a bermi il cielo fuga soave d’alberi e d’abissi. . Aspra pena del nascere mi trovo a te congiunto; e in te mi schianto e risano: . povera cosa caduta che la terra raccoglie. AUTUMN By Salvatore Quasimodo   Balmy…Read more Autunno/Autumn by Salvatore Quasimodo

Piove/Rain by Eugenio Montale

Piove By Eugenio Montale Piove. È uno stillicidio senza tonfi di motorette o strilli di bambini. Piove da un cielo che non ha nuvole. Piove sul nulla che si fa in queste ore di sciopero generale. Piove sulla tua tomba a San Felice a Ema e la terra non trema perché non c'è terremoto né…Read more Piove/Rain by Eugenio Montale

Uno, nessuno e centomila/One, none and thousands by Luigi Pirandello

Uno, nessuno e centomila Excerpt Di Luigi Pirandello Ci vorrebbe un po’ piú d’intesa tra l’uomo e la natura. Troppo spesso la natura si diverte a buttare all’aria tutte le nostre ingegnose costruzioni. Cicloni, terremoti... Ma l’uomo non si dà per vinto. Ricostruisce, ricostruisce, bestiolina pervicace. E tutto è per lui materia di ricostruzione. Perché…Read more Uno, nessuno e centomila/One, none and thousands by Luigi Pirandello

San Martino/Martinmas by Giosuè Carducci

SAN MARTINO Di Giosuè Carducci La nebbia agli irti colli Piovigginando sale, E sotto il maestrale urla e biancheggia il mare; Ma per le vie del borgo Dal ribollir dè tini Va l'aspro odor de i vini L'anime a rallegrar. Gira sù ceppi accesi Lo spiedo scoppiettando: Sta il cacciator fischiando Su l'uscio a rimirar…Read more San Martino/Martinmas by Giosuè Carducci