Gianni Rodari: Teste fiorite/ Flowering heads

  Teste fiorite Gianni Rodari   Se invece dei capelli sulla testa ci spuntassero i fiori, sai che festa? Si potrebbe capire a prima vista chi ha il cuore buono, che la mente trista. Il tale ha in fronte un bel ciuffo di rose: non può certo pensare a brutte cose. Quest’altro, poveraccio, è d’umor…Read more Gianni Rodari: Teste fiorite/ Flowering heads

Gianni Rodari: Filastrocca solitaria/ Solitary rhyme

FILASTROCCA SOLITARIA GIANNI RODARI Filastrocca solitaria, voglio fare un castello in aria: più su delle nubi, più su del  vento un castello d’oro e d’argento. Con una scala ci voglio salire; per sognare senza dormire e su un cartello farò stampare: “Le cose brutte non possono entrare…” . O filastrocca solitaria, si starà bene, lassù…Read more Gianni Rodari: Filastrocca solitaria/ Solitary rhyme

Roberto Piumini: The coronavirus rhyme

The images below are someone's child's; they are everyone's children's...In all of Italy children have been colouring these posters and placing them over doors and on balconies, because, as they say: Everything is going to be all right!   LA FILASTROCCA SUL CORONAVIRUS Roberto Piumini Che cos’ è che in aria vola? C’ è qualcosa…Read more Roberto Piumini: The coronavirus rhyme

Gianni Rodari: L’anno nuovo/ The new year

"What we do not know yet is always more important than what we know now." Gianni Rodari, Il libro degli errori (The book of errors) 1993. L'anno nuovo Gianni Rodari “Indovinami, Indovino, tu che leggi nel destino: l’anno nuovo come sarà? Bello, brutto o metà e metà?”. “Trovo stampato nei miei libroni che avrà di…Read more Gianni Rodari: L’anno nuovo/ The new year

Gianni Rodari: La testa del chiodo/ The head of the nail

La testa del chiodo   Gianni Rodari La palma della mano i datteri non fa, sulla pianta del piede chi si arrampicherà? Non porta scarpe il tavolo, su quattro piedi sta: il treno non scodinzola ma la coda ce l’ha. Anche il chiodo ha una testa, però non ci ragiona: la stessa cosa capita a…Read more Gianni Rodari: La testa del chiodo/ The head of the nail

Gianni Rodari: Filastrocca burlona/ Silly rhyme

"I believe nursery rhymes, the old and new, can help educate the mind." Gianni Rodari Filastrocca burlona  Gianni Rodari  Filastrocca un po’ burlona per divertire qualunque persona: se la salita fosse in discesa, se la montagna stesse distesa, se tutte le scale andassero in giù, se i fiumi corressero all’insù, se tutti i giorni fosse…Read more Gianni Rodari: Filastrocca burlona/ Silly rhyme

Gianni Rodari: La madre del partigiano/ The partisan’s mother

"Some things, which have held an important place in the world of adults, allow us to reduce them to playthings to keep them from disappearing,  when that moment in time is past." Gianni Rodari (The grammar of fantasy, 1973) La madre del partigiano   Gianni Rodari Sulla neve bianca bianca c’è una macchia color vermiglio; è…Read more Gianni Rodari: La madre del partigiano/ The partisan’s mother

Gianni Rodari: Il dittatore/ The dictator

"The creative process is innate in humans, and is, therefore--with all it entails as far as the joy of writing and playing with our fantasy is concerned--within everyone's reach. […] not because everyone should be an artist, but because no one should be a slave." Gianni Rodari Il dittatore Gianni Rodari Un punto piccoletto, superbo…Read more Gianni Rodari: Il dittatore/ The dictator

La primavera hitleriana/Hitlerian spring by Eugenio Montale

  La primavera hitleriana Eugenio Montale Folta la nuvola bianca delle falene impazzite turbina intorno agli scialbi fanali e sulle spallette, stende a terra una coltre su cui scricchia come su zucchero il piede; l'estate imminente sprigiona ora il gelo notturno che capiva nelle cave segrete della stagione morta, negli orti che da Maiano scavalcano…Read more La primavera hitleriana/Hitlerian spring by Eugenio Montale

Promemoria/ Memorandum by Gianni Rodari

"We have only one brain. Our creativity must be cultivated in all directions." Gianni Rodari (The grammar of fantasy, 1973) Promemoria   Gianni Rodari  Ci sono cose da fare ogni giorno: lavarsi, studiare, giocare preparare la tavola, a mezzogiorno. Ci sono cose da fare di notte: chiudere gli occhi, dormire, avere sogni da sognare, orecchie…Read more Promemoria/ Memorandum by Gianni Rodari

New Year’s Day Rhyme by Gianni Rodari

"If I want too much, give me nothing then/ but a blissful smile, a happy grin." Gianni Rodari Filastrocca di Capodanno Gianni Rodari  Filastrocca di Capodanno: fammi gli auguri per tutto l’anno: voglio un gennaio col sole d’aprile, un luglio fresco, un marzo gentile; voglio un giorno senza sera, voglio un mare senza bufera; voglio…Read more New Year’s Day Rhyme by Gianni Rodari

L’albero dei poveri/The poor man’s tree by Gianni Rodari

And as the richer get richer and the poor get poorer in the richest countries in the world, a poem by #GianniRodari

“If we give each other a hand, miracles will happen, and Christmas will last all year long.”

Gianni Rodari

parallel texts: words reflected

L’albero dei poveri

Di Gianni Rodari

Filastrocca di Natale,
la neve è bianca come il sale,
la neve è fredda, la notte è nera
ma per i bambini è primavera:
soltanto per loro, ai piedi del letto
è fiorito un alberetto.

Che strani fiori, che frutti buoni
oggi sull’albero dei doni:
bambole d’oro, treni di latta,
orsi dal pelo come d’ovatta,
e in cima, proprio sul ramo più alto,
un cavalo che spicca il salto.
Quasi lo tocco…

Ma no, ho sognato,
ed ecco, adesso, mi sono destato:
nella mia casa, accanto al mio letto
non è fiorito l’alberetto.
Ci sono soltanto i fiori del gelo
Sui vetri che mi nascondono il cielo.
L’albero dei poveri sui vetri è fiorito:
io lo cancello con un dito.

The poor man’s tree

By Gianni Rodari

A Christmas rhyme,
the snow is as white as brine,
the snow is cold, the night…

View original post 166 more words

Il pane/ The loaf by Gianni Rodari

"The most important encounter children have with books takes place in the classroom.  If it comes about in a creative setting, where life, and not, practice, is important, the result could possibly be that love of books that we really aren't born with because it is not an instinctive." Gianni Rodari (The grammar of fantasy,…Read more Il pane/ The loaf by Gianni Rodari

Problema di stagioni/ A question of seasons by Gianni Rodari

"Generally speaking, there is too little laughter in our schools. The idea that educating the mind must be something dreary is one of the most difficult things to counter." Gianni Rodari (The grammar of fantasy, 1973) Problema di stagioni   Gianni Rodari “Signor maestro, che le salta in mente? Questo problema è un’astruseria, non ci…Read more Problema di stagioni/ A question of seasons by Gianni Rodari

Un lungo viaggio/A long voyage by Gianni Rodari

"Certain treasures only exist for those who are willing to set out on a new path." Gianni Rodari Un lungo viaggio Gianni Rodari Un lungo viaggio voglio fare, i bimbi del mondo andrò a trovare. Ad uno ad uno li voglio vedere, per sapere come stanno, che fanno, se vanno a scuola o non ci…Read more Un lungo viaggio/A long voyage by Gianni Rodari

La gioia perfetta/The perfect joy Diego Valeri

  La gioia perfetta Diego Valeri Com’è triste il giorno di maggio dentro al vicolo povero e solo! Di tanto sole neppure un raggio; con tante rondini, neanche un volo. . Pure c’era in quello squallore, in quell’uggia greve e amara, un profumo di cielo in fiore, un barlume di gioia chiara. . C’era in…Read more La gioia perfetta/The perfect joy Diego Valeri

Un uccellino/A chick by Nico Orengo

  Un uccellino Nico Orengo Nella grande città, c’è una strada; nella strada, c’è una casa, nella casa una scala, in cima alla scala, una stanza; in mezzo alla stanza, una tavola; sulla tavola, un tappeto; sul tappeto, una gabbia; nella gabbia, un nido; nel nido, un uovo; nell’uovo, un uccellino. L’uccellino uscì fuori dell’uovo…Read more Un uccellino/A chick by Nico Orengo

Fides by Giovanni Pascoli

Fides Giovanni Pascoli Quando brillava il vespero vermiglio, e il cipresso pareva oro, oro fino, la madre disse al piccoletto figlio: Così fatto è lassù tutto un giardino. . Il bimbo dorme, e sogna i rami d'oro, gli alberi d'oro, le foreste d'oro; mentre il cipresso nella notte nera scagliasi al vento, piange alla bufera.…Read more Fides by Giovanni Pascoli

Storia universale/World history by Gianni Rodari

"We all have, in our hearts, a courageous knight who is always ready to hit the road again." Gianni Rodari Storia Universale  Gianni Rodari . In principio la Terra era tutta sbagliata, renderla più abitabile fu una bella faticata. Per passare i fiumi non c’erano ponti. Non c’erano sentieri per salire sui monti. Ti volevi…Read more Storia universale/World history by Gianni Rodari

Il cielo è di tutti/The sky belongs to everyone by Gianni Rodari

"You can look at the world from the height of a man, but you can also do it from as high as the clouds (it's easier if you're in a plane). In real life you can come in through the front door or sneak in – which is more fun – through a small window."…Read more Il cielo è di tutti/The sky belongs to everyone by Gianni Rodari

Speranza/Hope by Gianni Rodari

“Hope here on sale!”/ for a penny yessiree/ to every single bloke/ hope enough for three..." Gianni Rodari Speranza Gianni Rodari S'io avessi una botteguccia fatta di una sola stanza vorrei mettermi a vendere sai cosa? La speranza. "Speranza a buon mercato!" per un soldo ne darei ad un solo cliente quanto basti per sei.…Read more Speranza/Hope by Gianni Rodari

Il paese senza errori/The country without errors by Gianni Rodari

"Mistakes are necessary, as much as bread is, and often they're even beautiful: for example the Tower of Pisa" Gianni Rodari Il paese senza errori Gianni Rodari C’era una volta un uomo che andava per terra e per mare in cerca del Paese Senza Errori. Cammina e cammina, non faceva che camminare, paesi ne vedeva…Read more Il paese senza errori/The country without errors by Gianni Rodari

Ogni uomo è stato un bambino/Every man was once a child by Alfonso Gatto

    Ogni uomo è stato un bambino Alfonso Gatto Ogni uomo è stato un bambino pensate - un bel bambino. Ora ha i  baffi, la barba, il naso rosso, si sgarba per nulla... Ed era grazioso ridente arioso come una nube nel cielo turchino. Ogni uomo è stato un monello pensate - un libero…Read more Ogni uomo è stato un bambino/Every man was once a child by Alfonso Gatto

I colori dei mestieri/The colour of labour by Gianni Rodari

    I colori dei mestieri   Gianni Rodari   Io so i colori dei mestieri: sono bianchi i panettieri, s’alzan prima degli uccelli e han farina nei capelli; sono neri gli spazzacamini, di sette colori son gli imbianchini; gli operai dell’officina hanno una bella tuta azzurrina, hanno le mani sporche di grasso: i fannulloni…Read more I colori dei mestieri/The colour of labour by Gianni Rodari

La parola “piangere”/The word “weep” by Gianni Rodari

"It's difficult to do difficult things:  communicating with the deaf, showing the blind a rose. Children, learn to do difficult things: give the blind your hand, sing for the deaf, free the slaves who think they are free." Gianni Rodari La parola "piangere" Gianni Rodari   Un giorno tutti saremo felici. Le lacrime, chi le…Read more La parola “piangere”/The word “weep” by Gianni Rodari

L’albero dei poveri/The poor man’s tree by Gianni Rodari

"If we give each other a hand, miracles will happen, and Christmas will last all year long." Gianni Rodari L'albero dei poveri Gianni Rodari Filastrocca di Natale, la neve è bianca come il sale, la neve è fredda, la notte è nera ma per i bambini è primavera: soltanto per loro, ai piedi del letto…Read more L’albero dei poveri/The poor man’s tree by Gianni Rodari

Ho preso tutti i colori…/I took all the colours by Alfonso Gatto

Ho preso tutti i colori… di Alfonso Gatto . Ho preso tutti i bambini per mano, andiamo in corsa per la città. Alto più alto, nano più nano, ewiva ewiva la libertà! . Ho preso tutti i bambini per mano, ho preso tutti i colori e i pennelli. Tingiamo a nuovo case e ruscelli, le…Read more Ho preso tutti i colori…/I took all the colours by Alfonso Gatto

Il treno degli emigranti/The emigrants’ train by Gianni Rodari

IL TRENO DEGLI EMIGRANTI DI GIANNI RODARI Non è grossa, non è pesante la valigia dell'emigrante... C'è un po' di terra del mio villaggio, per non restar solo in viaggio... un vestito, un pane, un frutto e questo è tutto. Ma il cuore no, non l'ho portato: nella valigia non c'è entrato. Troppa pena aveva…Read more Il treno degli emigranti/The emigrants’ train by Gianni Rodari

Dopo la pioggia/After the rain by Gianni Rodari

Dopo la pioggia Di Gianni Rodari Dopo la pioggia viene il sereno brilla in cielo l’arcobaleno. E’ come un ponte imbandierato e il sole ci passa festeggiato. E’ bello guardare a naso in su le sue bandiere rosse e blu. Però lo si vede, questo è male soltanto dopo il temporale. Non sarebbe più conveniente…Read more Dopo la pioggia/After the rain by Gianni Rodari